logo new new

Parte Guelfa stemma insegna biancorossa carroccio comune FirenzeLa nascita di questo stemma è legato alla conquista fiorentina di Fiesole nel 1125. Con l'annessione della città collinare si viene a creare un nuova insegna. Il nuovo emblema araldico nasce come l'unione dei campi dei due vessilli cittadini: l'argento di Fiesole, privo della mezzaluna azzurra, con il rosso di Firenze, spogliato dal giglio argenteo. Fin dal principio i due colori hanno una grande importanza per i fiorentini. Al rosso sono riconosciuti gli attributi di potenza e di dominio; al bianco quelli di purezza negli ideali e fedeltà nell'autonomia delle istituzioni. Ma c'è di più: ai due colori furono legate le due classi che componevano la società: al bianco il popolo, al rosso i nobili.

Parte Guelfa pellegrinaggio 2016 Santuario della VernaNell’anno del Giubileo della Misericordia e del Giubileo Guelfo, a 750 anni dall’approvazione pontificia di Clemente IV, l’Arciconfraternita ha organizzato un pellegrinaggio e un ritiro spirituale al Santuario della Verna per offrire a tutti i Confratelli e le Consorelle l'opportunità di fermare la quotidianità, per approfondire il senso del cammino iniziato insieme. Il pellegrinaggio si tiene in terra di Toscana presso il santuario francescano dove il serafico Francesco si conformò totalmente a Cristo fino a riceverne le Stimmate della Passione.

Marzocco Leoni Palazzo VecchioIl Marzocco è l'animale totemico protettore della città di Firenze adottato sin dall'alto medioevo fino ai tempi della Repubblica Fiorentina instaurata nel 1115 e mantenuto tale anche nel Granducato. Il Marzocco è spesso raffigurato come un leone seduto nell'atto di sostenere e proteggere lo stemma del giglio di Firenze. Importante figura biblica quella del leone che rappresenta la tribù di Giuda e la discendenza da re Davide.

Parte Guelfa - giostre in Santa Croce 2016Galoppando indietro nella storia fino ai secoli XIV, XV e XVI, la Giostra del Giglio e la Giostra di Madonna Libertà sono antiche giostre equestri fiorentine sopravvissute alla prova del tempo. Tali tornei equestri si svolgono tradizionalmente ogni anno nel mese di giugno in Piazza Santa Croce, una delle piazze più belle e famose di Firenze, luogo testimone della storica battaglia sportiva del Calcio Storico Fiorentino. Ogni giostra viene anticipata da una straordinaria parata del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina in cui magnifici personaggi vestiti in bellissimi abiti storici sfilano a piedi e a cavallo e sono accompagnati nella marcia da fiati, tamburi e sbandieratori che lanciano i loro vessilli in alto nel cuore di Firenze per riunirsi finalmente nell’arena di Santa Croce per dare inizio alle giostre. Le quattro squadre che si contendono la vittoria finale sono composte da un numero uguale di giostratori e ogni colore rappresenta uno dei quattro quartieri storici di Firenze: la Compagnia Azzurra per Santa Croce, la Compagnia Rossa per Santa Maria Novella, la Compagnia Bianca per Santo Spirito e la Compagnia Verde per San Giovanni.

Giostra anelli di Firenze XVII secolo smallLa “Giostra del Giglio “ è la magnifica giostra in stile rinascimentale che ha avuto luogo in Piazza Santa Croce a Firenze ed è un evento ufficiale del Comune di Firenze, collaterale al Torneo di San Giovanni, organizzato dall’ Arciconfraternita di Parte Guelfa e dalla Federazione Italiana Sport Equestri, che affonda le proprie radici storiche nel rinascimento quando in città frequenti erano le dispute in giochi d’arme in occasione delle feste religiose e delle visite delle più alte personalità del tempo. L’ iniziativa coordinata da Giuliano Buccheri, Lancia Spezzata di Parte Guelfa, si è tenuta in Piazza di Santa Croce a Firenze dove, sul sabbione preparato per le partite del Calcio Storico Fiorentino per il torneo di San Giovanni, si sono affrontati in infuocate carriere ben sedici cavalieri.

Parte Guelfa investiture 6 vestizione dama paola capecchi

giubileo 750

DONAZIONI

Parte Guelfa
IBAN
IT46 B061 6002 8711 0000 0001 015