logo new new

Parte Guelfa Bronzino ritratto Cosimo I Medici coverPapa Pio V, pontefice domenicano protagonista della Controriforma, gioca un ruolo fondamentale nella storia di Firenze e della Toscana. Questo frate predicatore di origini liguri venne ordinato sacerdote domenicano a Genova, per la sua rigida disciplina venne poi nominato anche rettore di alcuni conventi. Commissario dell’Inquisizione Romana venne nominato prima vescovo e poi papa nel 1566, una scelta frutto dell’accordo tra i cardinali Carlo Borromeo e Alessandro Farnese. Fu lui che concesse il titolo di Granduca di Toscana nel 1569 e il 5 marzo del 1570 Cosimo de' Medici da lui ricevette l'incoronazione solenne a Roma. Il noto ritratto di Cosimo I in armatura da parata, eseguito da Angelo Tori, detto il Bronzino, quando Cosimo I era ancora duca di Firenze.

Parte Guelfa incoronazione granduca Cosimo I
Pio V incorona Cosimo I

Questo è forse il più famoso tra quelli che immortalano il futuro granduca ed è conservato alla Art Gallery New South Wales di Sydney in Australia. Sono numerosissimi i ritratti di Cosimo I che ci sono pervenuti, eseguiti da più artisti, e questo, che il pubblico italiano ha avuto modo di ammirare l'ultima volta nel corso della grande mostra monografica sul Bronzino tenutasi nel 2010 a Palazzo Strozzi, è uno di quelli che meglio rappresentano la figura e l'orgoglio del sovrano.

Parte Guelfa Bronzino ritratto Cosimo I Medici armatura 1545
Particolare dell'armatura di Cosimo I

Ritratto all'età di ventisei anni nella sua armatura lucente e finemente decorata da sembrare vera da tanto risulta realistica, Cosimo I non rivolge lo sguardo verso l'osservatore, comunicando orgoglio ma anche distacco. L'armatura merita attenzioni speciali, intanto perché il fatto che Cosimo I sia raffigurato in armatura vuole sottolineare le sue abilità di condottiero e poi perché era tipico dello stile del Bronzino riversare una cura quasi maniacale sull'abbigliamento, fin nei particolari apparentemente più insignificanti. Di questo dipinto esiste un'altra versione, che è conservata presso la Galleria degli Uffizi.

Parte Guelfa Bronzino ritratto Cosimo I Medici
Cosimo I ritratto dal Bronzino nel 1545

La corazza è un simbolo politico eloquente e Cosimo la indossa come tale. Oggi, stoltamente, snobbiamo le armerie reali, ed è un errore, perché ogni volta che ci vien fatto di confrontarci con questi tumultuosi racconti allegorici di Colonne d'Ercole infrante e di mitologiche imprese, la sorpresa e l’incanto risultano altissimi e non si limita solo all’incanto estetico, che pure è palpabile, ma dimostra quando l’arte debba allo studio delle armi, e quanto le armi abbiano influito sull’arte e contribuito ai suoi significati: realtà abitualmente trascurata dall’iconologia. L’arte del cesellatore virtuoso del primo Granduca di Toscana è tutta al servizio della propaganda politica.

 

 

Autore

Andrea Claudio Galluzzo

 

parte guelfa definitivo per sfondi bianchi